Programma 2001

PROGRAMMA DETTAGLIATO DI INCANTI 2001


okamotoPMercoledì, 26 settembre 2001 ore 21
Teatro Juvarra

Dondoro Theatre (Giappone)

MIROKU DENSETSU
(La leggenda di Miroku)

di e con Hoichi Okamoto
disegno luci Michika Iida, costumi Tashiro Yamaguchi, regia Hoichi Okarnoto, produzione Dondoro Theatre

Lo spettacolo è ispirato alla figura di Miroku, un Budda apparso in un'epoca degenerata, e si dice che sia stato lui a salvare ogni cosa viva Negli antichi racconti giapponesi il suo sorriso misterioso, paragonabile a quello di Monna Lisa, era pieno di enigmatica oscurità, come se conoscesse il futuro del mondo.
"Mimo e marionettista di strepitosa eleganza e precisione... lascia ammirati il modo in cui Okamoto sa suggerire un sentimento, un pensiero, uno stato d'animo: gli bastano pochi impercettibili movimenti, un tremore imposto alla sua bambola, ed ecco le innumerevoli densità dell'anima" (Osvaldo Guerrieri, La Stampa, 7 ottobre 1999)


ocekPMercoledì, 26 settembre 2001 ore 22.30
Café Procope


Cengiz Özek
(Turchia)

L'ALBERO MAGICO

di e con Cengiz Özek

Il Karagoz è il tradizionale teatro d'ombra turco. Lo spettacolo prende il nome da un personaggio della novellistica arabo-egiziana dell'epoca ayyubita e mamelucco, arguto, burlone ma anche un po' volgare, Karagoz, appunto. Accanto a lui l'amico-rivale Hacivad, uomo navigato e senza scrupoli, e un mondo incredibile di maschere, donne di facili costumi, scrocconi, dongiovanni,oppiomani. Il Karagoz è un teatro immediato e divertente dove, per una volta, i deboli vincono sui forti.


controluceP Giovedì, 27 settembre 2001 ore 21
Teatro Juvarra

Controluce Teatro d'Ombre (Italia)

PARTITURA PER UOMO SOLO
su musica di Sofia Gubajdulina

Ideazione e realizzazione Corallina De Maria, Alberto Jona, Jenaro Meléricirez Chas, Massimo Arbarello, Paola Bianchi
scenografia Elisabetta Ajani e Mllo Morachioli produzione Juvarra Multiteatro
con Massimo Albarello danzatore
Corallina De Maria, Alberto Jona, Jenaro Meléndrez Chas
Esecuzione musicale dell'Orchestra d'Archi Italiana, Sergio Azzolini fagotto, direttore Mario Brunello

Nato per l'Unione Musicale di Torino con Mario Brunello, Sergio Azzolini e l'Orchestra d'Archi Italiana su musica di Sofia Gubaidulina, lo spettacolo è una sorta di partitura visiva ispirata all'immaginario e all'arte russa degli anni Settanta. Scritto nel 1975 il concerto per fagotto e archi gravi è per volere stesso della compositrice russa una forma di teatro musicale, di racconto suddiviso in cinque movimenti sul lento ma inesorabile schiacciamento dell'uomo da parte della società di massa.


Giovedì 27 settembre ore 21,45
Teatro Juvarra

SPAZIO CINEMA DI ANIMAZIONE 1
In collaborazione con ASIFA Italia a cura di Chiara Magri

Pupazzi e marionette nella storia del cinema di animazione: le pantomime luminose, le prime marionette cinematografate. Tre classici dell'animazione ai margini del cinema, Emile Reynand, Ladislas Starewitz, Gianini e Luzzati.


Giovedì 27 settembre ore 23
Café Procope

Cengiz Özek (Turchia)

L'ALBERO MAGICO (replica)


flamingobarPVenerdì, 28 settembre 2001 ore 21
Teatro Juvarra

Figuren Theater Tübingen (Germania)

FLAMINGO BAR

messinscena Frank Soehnle regia Hendrik Mannes musica "rt'nX" Johannes Frisch e SKW Mertin
con Frank Soehnle

Flamingo bar si svolge nei limiti ristretti di un palco (che potrebbe essere insieme il mondo, il deserto del Sahara o un pub) in cui l'animatore e le sue marionette, troppo fragili per essere umane e troppo spirituali per appartenere al mondo degli animali, intessono un mosaico in cui vaudeville, danza e dramma si intersecano per raccontare un gioco di seduzione, di desiderio, di disillusione.


Sabato, 29 settembre 2001 ore 17
Cafe Procope

Is Mascareddas (Italia)

REBECCA Le avventure di una gallina

testo, regia e animazione Tonino Murru e Donatella Pau
costruzione pupazzi Donatella Pau, sartoria Elisabetta Pau, musiche originali Angelo Vargiu, eseguite da Angelica Turno violino, Angelo Vargiu clarinetto, Giancarlo Murranca percusioni

Per meglio preannunciarci la sua incertezza, Rebecca prende corpo nel teatrino pezzo dopo pezzo: una zampa, un'ala, la testa, il corpo. Fino ad apparirci, con comica goffaggine, per quello che veramente é: una giovane, volenterosa e tenace gallina afflitta da una vistosissima crisi di identità. Avventure di ogni genere la porteranno alla completa realizzazione della sua carriera di gallina. Lo spettacolo rivolto ai bambini della scuola materna ed elementari.


organillo1P

Sabato, 29 settembre 2001, ore 21
Teatro Juvarra

Stephen Mottram's Animata (Gran Bretagna)

ORGANILLO

marionette e automi Stephen Mottram, musica Sebastian Castagna, regia Deana Rankin
con Stephen Mottram, tecnico luci Stephen Everett

Organillo é ispirato agli "underwater ballet", spettacoli da fiera del diciottesimo secolo dove scene di mondi sottomarini erano rappresentati usando marionette e scenografie meccaniche. Organillo usa la magia di quei semplici trucchi per esplorare i complessi legami tra acqua, sesso e riproduzione.


Sabato, 29 settembre 2001 ore 22.30
Café Procope

Cengiz Özek (Turchia)

L'ALBERO MAGICO
(replica)


Domenica, 30 settembre 2001 ore 17
Teatro del Castello di Rivoli

Centro Teatro di Figura (Italia)

FAGIOLINO E SGANAPINO, FRISEUR PER FORZA
ovvero come due burattini fecero la barba ai morti

di Stefano Giunchi con Vladimiro Strinati

Una commedia basata sui canovacci tradizionali del Teatro dei Burattini emiliano e romagnolo. Fagiolino, eroe positivo, e Sganapino, "spalla" scanzonata e un po' fuori di testa, diventano insieme una coppia irresistibile, un vero prototipo di coppia comica. Figure tipiche della commedia, come Balanzone e Brighella, si accalcano nel boccascena di legno della baracca, assieme a una folla di generici, tra bastonate, tirate e balletti indiavolati. Spettacolo inserito all'interno delle attività promosse dall'Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare e dal Comune di Rivoli.


haiku1bDomenica, 30 settembre 2001, ore 21
Teatro Juvarra

Controluce — Shizuku (Italia - Giappone)

STUDIO PER HAIKU

ideazione e messinscena Jenaro Meléndrez Chas in collaborazione con Corallina De Maria e Alberto Jona, drammaturgia Jenaro Meléndrez Chas e Dakei, musica Nicola Campogrande, fotografia Mauro Guglielminotti video Giuseppe Zambon.

con Eiko Yamaguchi pianoforte, Dakei danza butoh, Jenaro Meléndrez Chas ombre

Con il sostegno di THE NOMURA CULTURAL FOUNDATION

Lo spettacolo è uno studio ispirato all'essenzialità formale e alle emozioni del rapporto con la natura che caratterizzano la poesia giapponese Haiku. Un viaggio solitario, metaforico in cui i mutamenti esterni della natura e la casualità degli incontri corrispondono al mutare degli stati d'animo del viaggiatore. Lavoro di ricerca sull'essenza stessa del linguaggio teatrale delle ombre in cui il segno, la suggestione e l'allusione della poesia giapponese trovano nell'impalpabilità e insieme nella forza espressiva dell'ombra e della danza butoh una naturale traduzione visiva.


Domenica, 30 settembre 2001, ore 22
Teatro Juvarra

Stephen Mottram's Animata (Gran Bretagna)

ORGANILLO (replica)


Lunedì, 1 ottobre 2001, ore 21
Café Procope

SPAZIO CINEMA DI ANIMAZIONE II
in collaborazione ASIFA Italia a cura di Chiara Magri

Pupazzi e marionette nella storia del cinema d'animazione: le pantomime luminose, le prime marionette cinematografate, la poesia dei maestri cecoslovacchi, le crudeltà surrealiste, le esilaranti plastiline inglesi e le manipolazioni più disparate della recente animazione indipendente europea. Film di fini Trnka, Jan Svankmajen Aardman Animation.


seta PMartedì, 2 ottobre 2001, ore 21
Teatro Juvarra

Ulrike Quade (Olanda)

SETA, ZIJDE, SILK

ispirato al romanzo omonimo di Alessandro Baricco

ideazione Ulrike Quade e Eduardo de Paiva Souza, pupazzi Watanabe Kazunori

con Ulrike Quade, Eduardo de Paiva Souza, Koji Nakamura (taiko)

produzione Kleine Spui Produkties

Un dono affascinate è il motore della storia, una bambola bunraku, Geisha, che un uomo ha portato alla sua donna. Ma è l'uomo a sentirsi attratto dal dono che gli apre le porte dell'immaginazione e che lo spinge, travolto dal desiderio, a viaggiare verso un Giappone reale e di sogno. Ulrike Quade e Eduardo de Pavìa Souza, mescolando pupazzi bunraku, danza contemporanea e ironia, raccontano visivamente una storia di attrazione verso lo sconosciuto e il magico. Il ritmo del tamburo giapponese Taiko diviene il battito cardiaco che scandisce la lotta con il proprio immaginario.


Martedì, 2 ottobre 2001, ore 21
Teatro Juvarra

Controluce — Shizuku (Italia - Giappone)

STUDIO PER HAIKU (replica)


LABORATORIO SULL'OMBRA

con Cengiz Òzek (Turchia)

in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema

27, 28 e 29 settembre 2001
giovedì e venerdì orario 15 — 18, sabato 10 - 13
Teatro del Castello di Rivoli
Il laboratorio è rivolto in particolar modo a ombristi, burattinai, artisti, animatori.
Iscrizioni: tel. 011 54.06.75


INCANTI a CARTAGINE
DIDONE e ENEA
opera in tre atti di Henry Purcell
messinscena CONTROLUCE TEATRO D'OMBRE
JTC - Journées Teatrales de Cartage
Ottobre 2001 - TUNISI

Stampa Email

loghi 2019

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.