PROGRAMMA DETTAGLIATO INCANTI 2005


karromatoMercoledì, 28 Settembre, ore 21,00
Teatro Juvarra

Compagnia Karromato (Repubblica Ceca)

LA FESTA DEL KAISER


Palazzo di Schönbrunn, Vienna 1786, l'imperatore decide di organizzare una festa per l'arrivo della sorella e incarica Mozart di comporre una breve opera per l'occasione. Mozart è in pieno lavoro per "Le nozze di Figaro" ma non può rifiutare l'incarico, fra preparativi per la festa, prove, mancanza di tempo e problemi familiari nasce "Der Schauspieldirector". Con marionette, ombre, canto e recitazione lo spettacolo di Karromato ci porta nel mondo mozartiano in un crescendo di divertimento e gioco.


principiodoespantoMercoledì, 28 Settembre Ore 22,30
Café Procope

Teatro Morpheus (Brasile)

O PRINCIPIO DO ESPANTO

Prima italiana

di e con João da Silva Araújo
luci e suono Luiz Fernando Nöthlich de Andrade
João da Silva Araújo, scultore e marionettista brasiliano, fa a Incanti il suo debutto europeo. "O principio do espanto" ("Il principio della paura") è un riflessione emozionante e metaforica sul rapporto marionetta / manipolatore. Lo spettacolo esplora questo rapporto attraverso la percezione progressiva della marionetta di essere mossa e diretta da un altro essere: l'uomo, enorme dietro di lei, che la porta a prender tragicamente coscienza della propria realtà. Eppure questa è la realtà di entrambi, marionetta e manipolatore, uomo e divinità. "Noi non andiamo, siamo portati come oggetti che galleggiano, una volta morbidamente e un'altra con violenza, così come le acque sono calme o turbolente" (Michel de Montaigne).


Giovedì, 29 Settembre, ore 21,00
Café Procope
Teatro Morpheus (Brasile)
O PRINCIPIO DO ESPANTO Replica


kasokaGiovedì, 29 Settembre, ore 22,00
Teatro Juvarra

Compagnia Kasoka (Germania)

SACRES SOEURS

Prima italiana


di e con Alexandra Kaufmann, Eva Kaufmann, Melanie Sowa
Giovane compagnia berlinese, Kasoka ha sviluppato in questi anni un teatro di figura surreale e divertente, ricco di riferimenti letterari e filosofici. Collabora con registi e personaggi dello spettacolo importanti fra cui Giulio Molnar. La compagnia è stata Incanti nel 2001 con una versione della Bella addormentata per adulti. "Sacres Soeurs" è uno spettacolo multimediale con maschere, carta e videoproiezioni in cui le tre Kasoka, in accappatoio bianco e asciugamano in testa, si lanciano in una dissacrante e umoristica riflessione sulla forza mediatica "divina".


oltreilponteGiovedì, 29 Settembre, ore 23,00
Café Procope

Compagnia Oltreilponte (Italia)

FAUST E LA MANO BIANCA

Fondata nel 2004 da Beppe Rizzo e Manfredi Siragusa, la compagnia Oltreilponte ha partecipato a festival in Italia e all'estero. Faust e la mano bianca ha ricevuto particolare consenso al Figuren Theater Festival di Wels nel 2005. È questa la storia di Faust, Margherita e Mefistofele riletta attraverso un testo a dir poco essenziale che attraverso il gioco attoriale e il movimento dei pupazzi restituisce la complessità, divertita e divertente, del mito.


Venerdì, 30 Settembre, ore 20,30
Café Procope
FILI SENZA MARIONETTE
VideoArte e Teatro di Figura in collaborazione con il Festival V-Art di Cagliari


tadeuszVenerdì, 30 Settembre, ore 21,00
Teatro Juvarra

Tadeusz Wierbicki (Polonia)

ELECTROSTATIC SHADOWS

Prima italiana

Tadeusz Wierbicki è uno degli artisti del teatro d'ombre sperimentale più interessanti, presente nei maggiori festival europei. Particolarità del suo lavoro è il gioco con la riflessione della luce e l'uso di ombre bianche. A Incanti ritorna dopo 4 anni con un nuovo lavoro basato sul fenomeno elettrostatico che gli permettere di muovere sullo schermo fogli colorati leggerissimi creando architetture astratte. Il movimento è imprevedibile e dipende dal clima, dal tempo atmosferico del giorno e della stagione. Questa è l'ispirazione, quasi zen, che conduce il lavoro di Wierbicki.


cartoucheVenerdì, 30 Settembre, ore 22,30
Café Procope

Cartouche Theater (Olanda)

SONATE A QUATRE MAINS

Prima italiana
di e con Adrian Coumou e Lucas Goudzwaard
"Sonata a quattro mani" è uno spettacolo essenzialmente visuale e senza parole che accosta il mondo di Franz Kafka alla musica di Erik Satie, in un bizzarro gioco fra apparenza e realtà, fra marionette e manipolatori. Usando diverse tecniche, dal teatro di oggetti alle marionette a guanto e maschere, il Cartouche Theater costruisce una atmosfera raffinata, a volte ossessiva, con una punta sottile di umorismo.


santuzzaSabato, 1 Ottobre, ore 17,00
Café Procope

Il Teatro dei Fauni (Svizzera)

IL BOSCO IN VALIGIA

di Vrene Ryser e Santuzza Oberolzer figure e interprete Santuzza Oberholzer regia e luci Paolo Ambrosetti musiche Violeta Parra

C'era una volta una donna che viveva in un bosco. Un giorno si affacciò dal suo rifugio e si accorse che il bosco era sparito. Mise in fretta le sue storie in una valigia e partì alla ricerca del bosco. Così inizia lo spettacolo di Santuzza Oberholzer in cui i sentimenti si trasformano in storie e cominciano ad animarsi. Il drago si innamora dell'uccello migratore e si arrabbia coi folletti dispettosi, c'è chi è geloso, chi parte, chi ritorna, chi ne approfitta e chi canta. Un viaggio per bambini costruito secondo l'antica estetica del teatro indiano Natya-Shastra.


Sabato, 1 Ottobre, ore 20,30
Café Procope
MARIONETTE SENZA FILI
VideoArte e Teatro di Figura in collaborazione con il Festival V-Art di Cagliari


stPetesburgSabato, 1 Ottobre, ore 21,00
Teatro Juvarra

Puppet House - Teatro di Marionette di San Pietroburgo (Russia)

CENERENTOLA

Prima italiana

musica Igor Rogalov, regia Alexander Maximychev, scene Tatiana Melnikova
con Elina Ageeva
Lo spettacolo è un adattamento della fiaba di Perrault al linguaggio delle marionette. All'interno di una curatissima macchina scenica e in forma di pantomima musicale, Elina Ageeva muove le marionette e recita seguendo l'impeccabile tecnica marionettistica tradizionale della scuola russa. Il testo è in russo ma la forza espressiva e il gioco scenico dell'attrice sono tali che la famosa fiaba è perfettamente godibile da piccoli e grandi.


gianlucaSabato, 1 Ottobre, ore 22,30
Café Procope

Gianluca Di Matteo (Italia)

L'UOMO CHE VIVEVA NELL'ARMADIO

Gianluca Di Matteo è stato a Incanti due anni fa con le sue guarratelle napoletane, torna quest'anno con una nuova produzione in cui affronta l'ombromania, cioè le ombre con le mani, tecnica antica che ormai ha pochissimi seguaci data la sua complessità e difficoltà. Gianluca Di Matteo ci racconta di un signore, di un armadio e un sogno di ombre.


mattiasDomenica, 2 Ottobre, ore 16,30
Café Procope

Lille Kartofler Figurentheater (Germania)

IL LUPO E I SETTE CAPRETTI

in italiano
di e con Matthias Kuchta
Matthias Kuchta da molti anni lavora con il teatro di figura rivolto al pubblico infantile e si è specializzato nella messinscena delle fiabe dei fratelli Grimm. Presente nei maggiori festival di lingua tedesca, inglese e francese, debutta in Italia con la versione italiana de "Il lupo e i sette capretti". Il suo lavoro è il frutto di uno studio e di una ricerca sul campo con educatori e bambini delle scuole materne.


vedovaDomenica, 2 Ottobre, ore 18,00
Teatro Piccolo Regio

Coproduzione Mittelfest/Fondazione Teatro Lirico G.Verdi Trieste/ Incanti (Italia)
in collaborazione con Piccolo Regio Laboratorio

ALLEGRA ERA LA VEDOVA
Capriccio per una Centenaria

da un'idea di Alessandro Gilleri; testo di Gianni Gori; regia di Luca Valentino; scene e costumi di Claudio Cinelli; coreografia di Paola Bianchi; ombre di Controluce Teatro d'Ombre; disegno luci di Claudio Schmid
con Gennaro Cannavacciuolo attore, Quintetto Triestango di Trieste danzatori: Stefano Botti, Francesca Brizzolara, Annamaria Bruzzese, Renato Cravero, ombristi: Alberto Jona, Jenaro Meléndrez Chas.
"Allegra era la vedova", dal sottotitolo "Capriccio per una centenaria", è una rivisitazione dello spirito dell'operetta fatta in modo affettuoso e originale come omaggio a Franz Lehàr nel centenario del suo capolavoro. Lo spettacolo mette insieme un testo inedito, una riduzione musicale per quintetto, la bravura trasformista di un attore, quattro danzatori e un mondo di ombre per rievocare la Belle Epoque sull'orlo dell'abisso. A raccontare il tutto Louis Treumann pseudonimo di Ludwig Pulitzer, primo interprete di Danilo nel 1905, che attraversa tragicamente il '900.


Lunedì, 3 Ottobre, ore 11,00
Teatro del Castello di Rivoli
Lille Kartofler Figurentheater (Germania)
IL LUPO E I SETTE CAPRETTI (replica per le scuole)


Martedì, 4 Ottobre, ore 11,00
Chalet Allemand, Parco Culturale Le Serre Grugliasco
Lille Kartofler Figurentheater (Germania)
IL LUPO E I SETTE CAPRETTI (replica per le scuole)


WORKSHOP
Workshop di Teatro d'ombre con Tadeusz Wierbicki con la partecipazione della violinista Ania Zielinska
in collaborazione con il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea
1 e 2 Ottobre 2005, orario 10 - 13
informazioni e iscrizioni Teatro Juvarra tel 011.540675

Stampa Email

INCANTI
Rassegna Internazionale di Teatro di Figura
12° edizione - 28 Settembre - 4 Ottobre 2005

con il sostegno
Regione Piemonte, Città di Torino, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT
in collaborazione con
Comune di Grugliasco, Mas Juvarra Teatro, Istituto per i Beni Marionettistici e Teatro Popolare, Internationales Figuren Theater Festival (Wels - Austria), Adria Puppet Festival (Gorizia)
con il patrocinio del Comune di Rivoli

STAFF
Direzione Artistica: Corallina De Maria, Alberto Jona, Jenaro Meléndrez Chas
Direzione Organizzativa: Alberto Jona, Jenaro Meléndrez Chas
Comunicazione: Isabella Lagattolla
Ufficio Stampa: Corallina De Maria
Organizzazione produzioni: Guilermo Pivari
Organizzazione ospitalità: Massimo Arbarello
Organizzazione tecnica: Federica Balosso, Mas Juvarra

LUOGHI
Teatro Juvarra
Via Juvarra 15 - 10121 Torino tel. 011 540675
Teatro Piccolo Regio
Piazza Castello, 215 - 10123 Torino tel. 011 88151
Teatro del Castello di Rivoli
Piazza Matilde di Savoia - Rivoli (TO) - tel. 011 9565222
Chalet Allemand
Parco Culturale Le Serre Via Tiziano Lanza, 31 - Grugliasco (TO) - tel. 011 4013352

PREZZI
Singolo spettacolo: € 10,00
ridotto € 8,00
Spettacolo pomeridiano: € 8,00
ridotto € 6,00
Serata con due spettacoli: € 15,00
Abbonamento a 10 spettacoli: € 70,00

Informazioni e prenotazioni:
Teatro Juvarra: orario 16,00 – 19,00 tel. 011 540675

Immagine depliant: Jenaro Meléndrez Chas (Foto Mauro Guglielminotti)
Progetto grafico e impaginazione: Eta Beta (Torino)

Stampa Email

Logo RP stampa
Gianni Oliva

Assessore alla Cultura Regione Piemonte

città torino


Fiorenzo Alfieri

Assessore alla Cultura Città di Torino

Il Teatro di Figura ha dimostrato di essere capace di attraversare barriere linguistiche e culturali, mantenendo un equilibrio dinamico di continuo feed-back tra la sua ricca e antica tradizione e la ricerca più avanzata. In questi ultimi anni si è visto come anche il teatro di prosa e il teatro lirico abbiano stabilito una continua osmosi con il teatro di figura: ombre, oggetti, marionette salgono sempre più spesso sui palcoscenici quali vivificanti elementi narrativi e scenografici.
Salutiamo dunque la Rassegna Internazionale INCANTI, nella sua dodicesima edizione, come uno dei principali artefici della crescita d'interesse per il teatro di figura in Italia dal 1994 ad oggi. Il suo impegno per la qualità, per il valore artistico e la novità, per elementi quali l'ironia e la varietà nella scelta dei suoi programmi lungo tutti questi anni, ha contribuito alla fioritura di un settore culturale che costituisce, per tradizione e possibilità di futuro, un'importante risorsa per il Piemonte.

Stampa Email

Incanti arriva alla sua dodicesima edizione grazie alla fiducia e al sostegno che la Regione Piemonte, il Comune di Torino, la Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT hanno dato alla rassegna in questi anni, permettendole di crescere e acquistare notorietà nazionale e internazionale.
Tema di quest'anno è il mondo slavo nelle due direzioni che Incanti insegue da sempre, quella della tradizione e quella della ricerca attuale, con lavori provenienti da Polonia - le ombre elettrostatiche di Tadeus Wierbicki, quasi avanguardia pittorica -, Repubblica Ceca - marionette e ombre nella tradizione praghese della Compagnia Karromato -, Russia - anche qui tradizione tecnica e scenografica con le marionette del Puppet House di San Pietroburgo -. Accanto al mondo slavo nella programmazione di quest'anno il mondo germanico ha un particolare rilievo: il debutto italiano dello spettacolo Sacre soeurs del gruppo di ricerca berlinese Kasoka (dissacrante umoristica riflessione sulla forza mediatica "divina"); Matthias Kuchta con il suo Lille Kartofler Figurentheater; e infine la coproduzione di Incanti con il MittelFest di Cividale del Friuli di una singolare versione della Vedova Allegra di Franz Lehar, nell'anno del suo centenario, affidata a un unico attore-evocatore, Gennaro Cannavacciuolo che, in mezzo a un mondo di ombre, scoprirà solo alla fine la sua tragica verità. Continuando con il programma sarà presente l'Olanda con il Cartouche Theatre e la sua ricerca surreale (anche questo debutto italiano) e per la prima volta Incanti ospita una compagnia sudamericana: il debutto europeo del Teatro Morpheus (Brasile), con uno spettacolo inquietante sul rapporto marionetta manipolatore. Si inaugura da quest'anno uno spazio per le giovani compagnie italiane più promettenti, una sorta di Incanti Off, presentando Faust e la mano bianca della compagnia Oltreilponte e L'uomo che viveva nell'armadio di Gianluca Di Matteo. Il pubblico infantile ha quest'anno aperte quasi tutte le porte e due produzioni specifiche per i più piccoli: Il lupo e i sette capretti della Compagnia Lille Kartofler, in prima nazionale e in italiano, e Il bosco in valigia del Teatro dei Fauni (Svizzera). Il tradizionale appuntamento con il workshop di teatro d'ombre, in collaborazione con il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, sarà affidato quest'anno all'artista polacco Tadeusz Wierbicki.
Per quanto riguarda le cooperazioni, oltre al MittelFest, Incanti 2005 segna una nuova e più solida collaborazione con il FigurenTheatreFestival di Wels (Austria) e l'inizio di un nuovo rapporto con l'Adria Puppet Festival di Gorizia. Continua la sezione dedicata al cinema di animazione e la videoart in relazione con il teatro di figura a cura di Giovanni Coda del Festival V-Art di Cagliari.
Grazie alla collaborazione del Comune di Grugliasco e al patrocinio del Comune di Rivoli con questa dodicesima edizione inizia un progetto di ampliamento del festival a livello provinciale e regionale. Si torna al Teatro del Castello di Rivoli, sede originaria del festival, con spettacoli di piccole dimensioni; e grazie al rapporto con il Comune di Grugliasco dell'Istituto per i Beni MarionettisticieilTeatroPopolare, da anni collaboratore del festival,lo Chalet Allemand del Parco Culturale Le Serre diventa uno dei luoghi di Incanti. A Torino la Rassegna si svolgerà al Piccolo Regio, al Teatro Juvarra e al Café Procope. E infine, come ogni anno, grazie al pubblico che ci segue da dodici anni e che rende possibile questo festival.

Torino Settembre 2005

Controluce Teatro d'Ombre
direzione artistica                                Programma 2005                  Presentazione istituzionale

Stampa Email

loghi 2019

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.