Francesca Quatraro

Quatraro FrancescaCurriculum descrittivo di Francesca (EN)

Ciò che mi attira del teatro di figura e del teatro di oggetti è la possibilità di creare una narrazione di tipo visivo, di dare forma a dei piccoli sorprendenti universi giocando con gli elementi presenti sulla scena.
Mi piace vedere questi elementi manipolati e reinventati in base alle necessità della storia, mi piace sorprendermi davanti ad oggetti e pupazzi che sul palco acquistano un significato nuovo, prendono vita.
Provo, da spettatrice, un forte coinvolgimento e una forte fascinazione. Gli spettacoli che maggiormente mi hanno lasciato queste sensazioni sono stati, tra gli altri, "On pense a vous" di Marianne Hansé e "Cold blood" del collettivo Kiss and Cry, entrambi caratterizzati dall'integrazione di linguaggi diversi (disegno in diretta il primo, video il secondo). Un altro spettacolo che mi ha coinvolta e divertita molto è stato "Zeus e il fuoco degli dei" del Teatro Verde, ricco di ingegnose soluzioni per i costumi e i pupazzi.

Parlo da spettatrice perchè il teatro non è il mio lavoro.
Nel 2014 ho concluso il Centro Sperimentale di Cinematografia qui a Torino e da allora lavoro come animatrice di cartoni animati.
Sono un'animatrice 2d, mi occupo cioè di disegni animati (principalmente per spot, video musicali, cortometraggi e serie tv).
Ho lavorato anche alla preproduzione di progetti di animazione stop motion, cioè alla costruzione dei vari elementi presenti in scena (principalmente scenografie ed oggetti di scena). Mi piace molto il momento della progettazione e della costruzione.Il mio lavoro è in qualche modo vicino a quello del teatro di figura: è una forma di narrazione per immagini, è animazione di elementi altrimenti privi di vita, ha a che fare col ritmo, con la messinscena.
Si tratta però di cinema e, ovviamente, ha anche delle sue caratteristiche specifiche diverse da quelle del teatro: ciò che gli manca, oltre alla performance finale in diretta, è la dimensione del gioco e dell'interazione con elementi fisici e col corpo.
Questa dimensione mi interessa molto e ho avuto modo di scoprirla frequentando la Piccola Accademia del Teatro Ragazzi qui a Torino (biennio 2011-2013). E' stata per me l'esperienza di teatro più continuativa e importante (prima avevo fatto solo dei brevi laboratori di clown col gruppo Teatro Invisibile a Padova) e mi ha arricchito molto.
In particolare è stato molto formativo lavorare sulla messinscena con Alessandro Pisci e Pasquale Buonarota (inventare soluzioni facendole, non seduti ma già in scena), sul gruppo con Bobo Nigrone, sulla figura dell'animatore teatrale con Bricco, sugli oggetti con Melano.
Purtroppo, una volta concluso questo percorso, mi sono dedicata principalmente al lavoro di animatrice 2d, continuando a seguire il teatro solo da spettatrice.
Un interesse che coltivo da sempre è quello per la letteratura per l'infanzia, sia per quanto riguardo la scrittura che l'illustrazione e in questi anni ho continuato ad approfondirlo.
Il desiderio di avere ancora a che fare col teatro, però, anche se in sordina, è sempre rimasto, risvegliato dalla visione di spettacoli, di festival e di musei.
Ultimamente con un'amica animatrice sto scrivendo una storia comica per bambini a partire da un pupazzo da lei costruito. E' una storia pensata proprio per il teatro di figura e mi piacerebbe comiciare ad acquisire le competenze per darle forma in modo professionale.
Vedo in questo worshop la possibilità di riavvicinarmi al teatro di figura, di imparare e sperimentare a contatto con dei professionisti.
In più, mi ha motivato molto a fare domanda di partecipazione l'apertura di Anna Ivanova-Brashinskaya verso professionisti anche non provenienti prettamente dal teatro.
La mia intenzione non è necessariamente quella di far incontrare il mio lavoro (il disegno, l'animazione, il video) con quello del teatro di figura. Anzi, vorrei riavvicinarmi al teatro lasciandomi coinvolgere soprattutto dalle sue caratteristiche più peculiari, in particolare la fisicità .
Però, se la situazione la richiama, anche l'integrazione tra linguaggi diversi è una possibilità che mi interessa molto.

Stampa Email

Con il contributo di

           logoMIBACT            03.logoregn.eps copia              04.logo citta di torino          07 stemma Grugliasco
                                                                                                                                                                                                                   Comune di Grugliasco

                         maggiore sostenitore

                 CSP marchio ORIZZ POS colore                        CRT Logo sito                    PDV colori                      logo irl ita color                    


Con la collaborazione di 

   logCTR     15.istituto beni marionettistici     logo mnc2       logrivoli         logo mao       logolisbona                         logo GRANDE ROSSO Medium               logcecchi            logUNIMA              Riconosciuto da   EFFE LABE online only    

  
Media partner             logo klp
             logRingraziamenti                    logFREECARDS

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.